PRIVACY – TITOLARE\RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO E RESPONSABILE PROTEZIONE DATI

10 Settembre 2018 di Cooperativa Sociale Iskra

REGOLAMENTO (UE) 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016 e relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).

COMUNICAZIONI

Titolare/Responsabile del trattamento:

ISKRA COOPERATIVA SOCIALE

Codice Fiscale/P.IVA: 03281680656

Indirizzo: VIA NAZIONALE, 20 85050 – MARSICOVETERE (PZ) – ITALIA

Tel. 0975 22713

E-mail: laborsala@libero.it

PEC: laborsala@pec.it

Responsabile (esterno) della protezione dei dati:

Cognome: PELLEGRINO

Nome: NICOLA

Dati di contatto

E-mail:  dpoprivacyiskra@libero.it

PEC:

Servizio Civile – Bando 2018: Iskra seleziona 6 volontari

27 Agosto 2018 di Cooperativa Sociale Iskra

Pubblicato il bando ordinario 2018 per la selezione di volontari da impiegare in progetti di SCN in Italia e all’estero. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di SCN pena l’esclusione dalla selezione. Possono partecipare al bando anche i cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia. La Cooperativa Sociale Iskra per questa annualità seleziona 6 volontari da inserire nel proprio progetto di Servizio Civile “Volo in centro” che verrà realizzato presso i servizi per minori gestiti dalla Cooperativa Sociale Iskra in Val d’Agri.

I requisiti per presentare domanda

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari ed alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il 18° anno e non superato il 28° anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadini italiani;
  • cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea;
  • cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materia esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale ai sensi della legge 64/2001, ovvero per l’attuazione del Programma Garanzia Giovani;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda l’aver già svolto servizio civile nell’ambito del programma europeo Garanzia Giovani e nell’ambito del progetto sperimentale IVO4ALL o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari. I volontari impegnati, nel periodo di vigenza del presente bando, nei progetti per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani possono presentare domanda ma, qualora fossero selezionati come idonei, potranno iniziare il servizio civile solo a condizione che si sia naturalmente conclusa – secondo i tempi previsti e non a causa di interruzione da parte del giovane – l’esperienza di Garanzia Giovani.
Le selezioni si svolgeranno in base ai criteri contenutii nel sistema di selezione depositato presso il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Scadenza e modalità di presentazione della domanda

La domanda di ammissione dovrà pervenire direttamente a Legacoop Basilicata, viale dell’Unicef snc, 85100 Potenza.

La data di scadenza è il 28 settembre 2018 (in caso di consegna a mano entro le ore 18:00).
La domanda deve essere firmata e predisposta esclusivamente sul fac simile allegato (all. 3) attenendosi scrupolosamente alle indicazioni in essa inserite, accompagnata da fotocopia di documento di identità valido e corredata dall’allegato 4 (dichiarazione titoli) e dall’informativa sulla privacy (all. 5).

Download

Bando nazionale

Abstract selezioni SCN di Legacoop

SINTESI DI PROGETTO_VOLO IN CENTRO

Allegato_3_domanda

Allegato_4_dichiarazione_titoli

Allegato_5_informativa_privacy

La domanda va consegnata esclusivamente secondo le seguenti modalità:

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, da scegliere tra quelli inseriti nel bando, pena l’esclusione.

Info
RLEA Caterina Salvia – tel. 0971.470507 / c.salvia@legacoopbasilicata.it

Responsabile di progetto Iskra: Sabatino Grasso – tel. 0975 22731 / laborsala@libero.it

Porte aperte a Casa di Miriam…

14 Giugno 2018 di Cooperativa Sociale Iskra

Giovedì 21 giugno 2018 in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2018 lo SPRAR 836 di San Pietro al Tanagro (Salerno) Casa di Miriam aprirà le proprie porte alla cittadinanza. Per l’occasione sono previsti la realizzazione di stand con laboratori di pittura, animazione con gonfiabili e la proiezione di un cortometraggio il cui tema è proprio l’immigrazione. Al corto hanno partecipato alcuni bambini e alcune beneficiarie ospiti dello SPRAR. Sarà allestito, inoltre, un buffet di benvenuto. Alla serata parteciperanno il Sindaco e la Giunta Comunale del Comune di San Pietro al Tanagro, il parroco del paese, l’Assistente Sociale, le autorità locali (Carabinieri di Sala Consilina e Polla), la Protezione Civile “Fata Onlus” di San Pietro al Tanagro. Saranno presenti, inoltre, il pediatra e i medici di base, la Scuola dell’Infanzia di San Pietro al Tanagro, l’Istituto Omnicomprensivo IPSS di Polla, i Sindaci dei Comuni limitrofi. Tutta la popolazione è inviata a partecipare.

Iskra a Matera alla Giornata Mondiale UNESCO per l’eradicazione della Povertà

16 Ottobre 2017 di Cooperativa Sociale Iskra

Venerdì, 20 ottobre 2017, alle ore 18:00 presso l’ex Ospedale di San Rocco – Chiesa del Cristo Flagellato in Piazza San Giovanni a Matera in occasione dela Giornata Mondiale UNESCO per l’eradicazone della Povertà Help For Life Onlus, FICLU (Fondazione Italiana dei Club e Centri per l’UNESCO) – Comitato Promotore per il Club UNESCO di Matera e la Cooperativa Sociale Iskra in collaborazione con la Sopritendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggi della Basilicata organizzano la presentazione del libro di Alberto Chiarelli “Emozioni… almeno spero” edito da Europa Edizioni. All’incontro, introdotto da Stefania De Toma, Coordinatrice c.p. Club UNESCO di Matera, interverranno Pape Gora Tall, scrittore e mediatore interculturale della Cooperativa Sociale Iskra e Emilia Fortunato dell’Hermes Teatro Laboratorio che curerà le letture del libro. Inoltre, sarà proiettato un filmato su un progetto della Fondazione Help for Life in Etiopia.

Manifestazione Matera

Migranti: il testo completo del Piano Nazionale per l’Integrazione

27 Settembre 2017 di Cooperativa Sociale Iskra

indexPresentato ieri al Viminale il primo “Piano nazionale integrazione per i titolari di protezione internazionale”. Tra gli obiettivi base quello “promuovere la convivenza con i cittadini italiani nel rispetto dei valori costituzionali e con il reciproco impegno a partecipare all’economia, alla vita sociale e alla cultura dell’Italia”. I beneficiari di protezione internazionale che saranno coinvolti nelle misure sono 74.853. Di seguito il testo completo. Nel piano ci sono anche l’accesso all’assistenza sanitaria e all’alloggio. Per quanto riguarda l’accesso all’assistenza sanitaria, il Viminale ricorda che “è un diritto sancito dalla Costituzione italiana”. È infatti garantita a tutti i cittadini di Stati non appartenenti all’Ue, regolarmente soggiornanti, iscritti al Servizio sanitario nazionale, parità di trattamento e piena uguaglianza di diritti e doveri rispetto ai cittadini italiani per quanto attiene all’assistenza sanitaria erogata in Italia. Ci sono tuttavia diseguaglianze che pesano in modo particolare sui soggetti più vulnerabili, come le vittime di tortura, stupri o tratta. Le criticità riguardano la mancanza di conoscenza dei servizi disponibili, le differenze linguistiche culturali. È poi previsto che le persone in uscita dai Centri SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) vengano supportate per raggiungere l’autonomia abitativa, anche tramite la selezione di annunci immobiliari, la locazione di stanze in appartamenti con connazionali o un supporto economico per l’affitto. “Nella consapevolezza della situazione di emergenza abitativa che coinvolge le fasce deboli di tutto il paese – rileva il Piano – l’obiettivo per il prossimo biennio è che le persone titolari di protezione possano accedere alle risorse che il welfare territoriale mette a disposizione”. Nel dettaglio, tra i quasi 75mila coinvolti nel piano: 27.039 sono rifugiati, ovvero cittadini stranieri che, per il timore fondato di essere perseguitati per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o opinione politica, si trovano fuori dal territorio del Paese di cui hanno la cittadinanza e non possono o, a causa di tale timore, non vogliono avvalersi della protezione di tale Paese; 47.814 sono titolari di protezione sussidiaria, ovvero cittadini stranieri che non possiedono i requisiti per essere riconosciuti rifugiati, ma nei cui confronti sussistono fondati motivi di ritenere che, se ritornassero nel Paese di origine, correrebbero un rischio effettivo di subire grave danno. Di seguito il testo completo.

Piano Nazionale d’Integrazione